Polibiosistem il poliuretano biologico raggiunge il 60-70% di ecosostenibilità

Grazie a Emery Oleochemicals e alla sua introduzione sul mercato di polioli a base di acido azelaico da oli vegetali no-food, l’obiettivo di Polisistem è quello di arrivare a sostituire quasi interamente la percentuale di poliolo di origine petrolifera impiegato nella produzione del poliuretano.
Polisistem ed Emery lanciano oggi in Italia POLIBIOSISTEM il primo poliuretano flessibile biologico ed eco-compatibile  ignifugo.
L’innovazione garantisce un 60-70% di ecosostenibilità sul prodotto finito. Le caratteristiche vincenti di questo nuovo formulato di poliuretano flessibile biologico possono essere sintetizzate in 7 punti:

  1. ridurre notevolmente i gas responsabili dell’inquinamento in atmosfera e dei problemi di salute della persona 
  2. risparmiare milioni di barili di petrolio ogni anno diminuendo drasticamente le lavorazioni inquinanti legate alle lavorazioni industriali di questa sostanza
  3. mantenere inalterata la resistenza e la qualità del poliuretano che ne deriva
  4. utilizzare un prodotto efficiente all’avanguardia
  5. rispettare ancora di piu’ l’ambiente senza attingere a oli vegetali di derivazione food che potrebbero avere implicazioni sulla catena del cibo
  6. avere la consapevolezza che con l’ìmpiego di tutti e la c ollaborazione con Emery vi è la reale possibilità di poter ottenere un prodotto fino al 100% di origine organica
  7. garantire ai nostri clienti piu’ attenti che una percentuale cosi alta di biomassa non potranno trovarla da nessun altro fornitore

Contatto rapido

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'Art. di legge 196/03 e dichiaro di aver preso visione dell'informativa

Newsletter

I agree with the Privacy policy
Torna su

© Polisistem s.a.s. 2018 - 2022
Via Val d'Enza Nord 197 - 42026 Ciano d'Enza - Canossa (RE) Italy
p.iva 00736130352

Tel. +39 0522.872.172 Fax +39 0522.872.105
email : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.